Giovedì, 26 Luglio 2018 10:40

Compagnie low-cost e voli annullati all’ordine del giorno

Scritto da 

Con l’apertura della stagione estiva inizia il periodo delle ferie tanto attese con un via vai di persone che prendono qualsiasi mezzo, aereo in primis, pur di raggiungere la meta tanto desiderata. Quando si pensa alle vacanze tutto deve essere all’insegna del relax totale e l’aereo rappresenta il mezzo più comodo e rapido per raggiungere qualsiasi destinazione. Questo, però, vuol dire anche un maggiore rischio che può compromettere definitivamente il “piano ferie”.

Purtroppo, gli imprevisti che si verificano con maggiore frequenza sono i ritardi e le cancellazioni dei voli, due fenomeni alquanto fastidiosi che comportano non solo problemi di natura “vacanziera” ma, nel peggiore dei casi, anche gravi perdite monetarie e non rimborsabili adeguatamente. Due sono i motivi per cui non si ottengono i dovuti rimborsi: la poca conoscenza dei viaggiatori riguardo i loro diritti sul trasporto aereo e la cattiva condotta di molte compagnielow-cost che, pur di non pagare i dovuti indennizzi, inventano scuse poco plausibili o letteralmente prive di fondamento.

Per tutti i passeggeri coinvolti in questi disagi aerei sarà sufficiente informarsi attraverso l’uso del web o affidarsi direttamente ad associazioni online, tipoFlycare (www.flycare.eu), che hanno come duplice scopo quello di documentare i propri clienti sui diritti e i vari importi pecuniari ottenibili, ma soprattutto portare a buon fine la causa per il rimborso del ritardo aereo o volo cancellato.

La legge “parla” chiaro!

I più informati sapranno che c’è una legislazione a difesa di chi viaggiain aereo. Un corpus legis basato su regolamenti che impongono a tutte le compagnie aeree il totale rispetto delle regole e normative mirate alla salvaguardia dei passeggeri. La quasi totalità dei consumatori, nel momento in cui acquista un ticket per un volo, sottovaluta i propri diritti in caso di eventi nefasti. Fortunatamente il rimedio esiste ed è anche molto valido, come l’efficiente personale qualificato di Flycare, che agiscono per nome e per conto dei propri clienti avendo come unico obiettivo il buon esito dell’iter legale, ossia il rimborso per ritardo aereo e volo annullato.

Ogni cliente sarà assistito in maniera del tutto gratuita e sarà informato su qualsiasi risvolto della pratica fino alla sua completa estinzione. Di solito, la sentenza avviene dopo 3 /4 mesi dalla compilazione della domanda di rimborso per ritardo aereo o volo cancellato, trascorsi i quali il cliente si vedrà accreditato la somma risarcitoria direttamente sul proprio conto corrente.

Il rimborso è assicurato con Flycare

Il passeggero che ha subito un disservizio da parte della compagnia aerea potrà affidarsi immediatamente a Flycare mediante la compilazione di un format online per conferire mandato all’ente di agire alla meglio maniera per l’ottenimento del rimborso per ritardo aereo. Adottando questo iter, il cliente avrà tutto da guadagnare e nulla da perdere, anche in caso di esito negativo: non solo non dovrà sborsare un centesimo per l’apertura e la gestione della pratica, ma non avrà più problemi o perdite di tempo nel recarsi da un ufficio all’altro con la consapevolezza di concludere ben poco. Gli esperti legali di Flycare, che “masticano” questa materia da molti anni ormai, adotteranno qualsiasi soluzione per aumentare le probabilità di successo contro la compagnia e portare a casa la vittoria nel più breve tempo possibile con il massimo importo pecuniario.

Letto 228 volte