Martedì, 20 Ottobre 2015 09:20

Come funzionano le porte blindate motorizzate

Scritto da 

Le porte blindate motorizzate, rappresentano l’innovazione e assicurano l’affidabilità dell’apertura e della chiusura delle porte d’ingresso, sia per quanto riguarda gli interni che gli esterni, oltre al risparmio energertico e senza barriere. Un esempio è rappresentato dalle porte scorrevoli a risparmio energetico, dotate di profili a senzione ridotta con isolamento termico.

Le porte blindate motorizzate hanno inaugurato l’area della sicurezza domestica, e non solo, “intelligente”, grazie alla serratura elettronica motorizzata, in grado di riconoscere il proprietario, quindi il “padrone”, consentendogli l’ingresso. La serratura si interfaccia ad un sistema di gestione intelligente della casa, ovvero alla domotica, e può essere anche montata su di un sistema già esistente. Le porte blindate motorizzate, si possono anche programmare, in condizioni di aperto, in orari prestabiliti.

I meccanismi di apertura

Le porte blindate motorizzate, presentano un sistema di chiusura a gestione elettronica ed un’estetica design, curata in ogni dettaglio, anche per quanto riguarda i comandi. Il sistema di chiusura si presenta estremamente versatile, si può anche aprire la porta per mezzo di un radiocomando, oppure posando il polpastrello sul lettore digitale d’impronta. Esistono diversi modelli di porte blindate motorizzate, dai modelli più semplici, a quelli in grado di integrarsi alla domotica più avanzata. La versione più semplice delle porte blindate motorizzate, è quella che meglio si integra con l’ambiente domestico, può essere alimentata a batteria senza alcun collegamento alla rete. Si può aprire accostando il transponder alla tastiera numerica, oppure digitando il codice numerico già preimpostato, come vediamo in questo video.
Le porte blindate motorizzate, come già abbiamo scritto, possono anche essere integrate con gli impianti domotici moderni, dotate quindi di un dispositivo esterno di dialogo con la serratura, in grado di consentire la gestione remota dell’apertura e della chiusura.
Un altro sistema ancora più evoluto, è rappresentato da un lettore di impronta digitale in aggiunta ai trasponder ed alla tastiera, azionato dal dito, che rappresenta la “chiave” unica ed ineguagliabile che nessuno è in grado di riprodurre. In questo caso la porta può memorizzare, sia i codici numerici che i trasponder, ma anche un numero elevato di impronte digitali.

Le porte blindate motorizzate funzionano sia ad alimentazione elettrica oppure a batteria, con elettronica separata dalla serratura per un funzionamento a doppia modalità elettronica o meccanica, sempre in totale sicurezza, a scelta del padrone di casa. Queste porte sono dotate di un “cuore tecnologico”, ovvero esistono versioni con telecomando a doppia tecnologia e transponder di ultima generazione, display esterno e chiave di emergenza incorporata.
I telecomandi possono essere programmati in modalità di controllo accessi e presentano anche la possibilità di masterizzazioni all’interno di organigrammi molto complessi.

Le nuove serrature elettroniche per porte blindate motorizzate, sono in grado di sostituire le più comuni serrature per porte blindate dagli standard dimensionali, si prestano al montaggio ex nove su porte blindate nuove e personalizzate, ed i costi sono molto convenienti.
Scegliere le porte blindate motorizzate significa garantire una maggiore sicurezza e tranquillità alla casa e non solo, anche per proteggere tutti i beni di valore conservati all’interno dell’abitazione, dell’ufficio, dell’ufficio e del luogo di lavoro.

Letto 1560 volte Ultima modifica il Martedì, 20 Ottobre 2015 10:48